Overview

English version below

Pochi si troverebbero oggi nella situazione dei protagonisti di 'Totò, Peppino, e la malafemmina' in missione a Milano: una quantità di sistemi informativi portatili e di fatto "indossabili" pervade l'esistenza, sollevando gli umani da ogni problema di agibilità e comunicazione e consentendo di orientarsi con immediatezza e autonomia. In realtà, nulla di questo lungometraggio del 1956 che riduce magistralmente a commedia popolare l'antico topos dell'ignoranza del proprio destino, inteso sia nell'accezione di tempo che di luogo, sembrerebbe più possibile. Può darsi che la tecnologia semplifichi l'esistenza "piallando via" non solo i contrattempi ma anche i molti particolari più o meno interessanti da esperire? Ed è discutibile, se oltre a modificare le abitudini nel reperimento dell'informazione, favorisca anche l'esercizio della preferenza?

Nella sfera musicale le tecniche di analisi della similarità e di indicizzazione sono divenute un fenomeno pervasivo. Si caratterizzano per mezzo di un insieme finito di descrittori i documenti sonori e si collocano in appropriati contenitori. Questa furia catalogatrice non ha molto a che vedere con il desiderio di fare ordine nell'universo dei testimoni musicali né fa seguito alle esigenze della musicologia o della programmazione culturale: cerca principalmente di soddisfare bisogni correnti, siano essi individuali o collettivi, correlati alla "liquidità" che contraddistingue la musica oggi. Ne è dimostrazione l'ambito principale di applicazione delle tecniche di analisi e indicizzazione dell'audio, con poche significative eccezioni, commerciale e industriale.

Nella produzione contemporanea di musica d'arte le tecniche trovano utilizzo in contesti legati alla ricerca sull'informatica musicale e al sound and music computing, raggruppando una nicchia di autori di installazioni, musica elettroacustica, mista e strumentale che vi basano la propria poetica specie per la combinazione di elementi sonori ravvicinati o simultanei (il caso, ad esempio, dell'orchestrazione assistita all'elaboratore e dei procedimenti di sintesi sonora concatenativa).

Le tecniche di analisi della similarità, l'indicizzazione a partire dalle qualità psicopercettive dell'audio musicale e la realizzazione di mappe per mezzo di procedure di statistica multivariata, costituiscono nell'ottica della SaMPL School una risorsa robusta e un'opportunità, al fine di sviluppare un precipuo pensiero formale, di riformulare la strategia di produzione dell'artefatto artistico (e rivedere le proprie attitudini), di prendere posizione nei confronti della situazione attuale.

SaMPL bandisce quindi la partecipazione alle attività laboratoriali per la realizzazione di composizioni musicali elettroacustiche e miste, di progettazione sonora per il video e opere d'arte visiva, e altri artefatti. I progetti accettati saranno portati avanti adottando il più possibile un approccio di ricerca. Scopo finale del workshop è la creazione dell'evento dove riassumere e presentare i risultati, per sottoporli a un più ampio circuito di promotori culturali.

Obiettivi

Il laboratorio SaMPL - Sound and Music Processing Lab propone la combinazione inedita di didattica di alto livello, di ricerca dedicata al Sound and Music Computing (SMC) e di produzione musicale contemporanea seguendo l'approccio del Living Lab. Il suo statuto consente di interfacciare iniziative di ricerca, formazione e produzione creando eventi quali le SaMPL School e i Living Lab Music che ne costituiscono il logico sbocco: manifestazioni che volgono i contenuti della ricerca nella pratica creativa, verificandone le finalità nel campo che compete le istituzioni dell'Alta formazione artistica e musicale, ovvero la "musica" nella sua accezione estetica e culturale più ampia. Per quanti vi hanno partecipato, a partire dal 2009, tra studenti, ricercatori, artisti affiliati e professionisti indipendenti, esse sono state un momento di crescita e hanno posto le basi per iniziative personali a volte pionieristiche.

Il metodo che caratterizza le SaMPL School è la chiamata pubblica ai progetti, la valutazione tra pari, le forme di lavoro collaborative, la spiccata interdisciplinarità, l'immediata presentazione pubblica dei risultati. Il beneficiario ideale è l'artista curioso e motivato, in possesso delle competenze basilari anche minime necessarie a produrre qualcosa di tangibile già durante i primi giorni del workshop.

Svolgimento

La SaMPL School è guidata da due esperti interdisciplinari in campo scientifico e artistico: durante il workshop essi effettueranno tutorial e lectures e collaboreranno con i coordinatori nella supervisione dei progetti.

Una équipe di supporto verrà costituita per la riuscita della manifestazione nella sua fase finale. I partecipanti al workshop lavoreranno pertanto sia individualmente che appoggiandosi a un team, in modo da irrobustire i risultati artistici sulla base di una metodologia dove la condivisione delle competenze, delle esperienze e delle idee riveste un ruolo chiave.

Nella richiesta di iscrizione alla SaMPL School i candidati dovranno fornire la bozza di sviluppo del lavoro creativo che intendono realizzare. Successivamente all'accoglimento dei progetti i candidati verranno messi in contatto con l'équipe organizzativa/scientifica/musicale. Durante le fasi di realizzazione del progetto ci si appoggerà ad appositi strumenti di comunicazione online per condividere l'avanzamento del lavoro.

Sono previsti due momenti di incontro in marzo e giugno presso il Conservatorio "C. Pollini". I risultati verranno presentati pubblicamente dopo la pausa estiva in un evento di forte impatto artistico.

Non è prevista alcuna tassa di partecipazione. Non è previsto il rimborso delle spese (viaggio, alloggio), ma è previsto un budget per la realizzazione dell'evento conclusivo. L'istituzione che ospita l'iniziativa può fornire una lettera di invito a supporto di richieste individuali di fund raising o rimborso delle spese.

Candidature

Le proposte sono inoltrabili da parte degli studenti dei Conservatori italiani e delle corrispondenti istituzioni straniere; dai ricercatori affiliati e indipendenti, i docenti, i professionisti, i sound engineers, i compositori e gli artisti nel campo musicale e della sound art. Non c'è limite di età.

I candidati dovranno inoltrare il proprio progetto iscrivendosi come "autori" al sistema Open Conference della Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio "C. Pollini" di Padova (http://ocs.sme-ccppd.info/index.php/SaMPL_Schools_2015/MAPS_2015/schedConf/cfp), fornendo la propria biografia, il link a una documentazione/portfolio e il progetto per il workshop da finalizzare presso l'auditorium "Pollini" nella manifestazione programmata dopo la pausa estiva.

Le candidature saranno valutate dal comitato organizzatore e dai professori/artisti invitati (vedi le date importanti in calce e alla pagina della call), che selezioneranno i progetti da mettere a punto e portare avanti sino allo show-off artistico conclusivo (Living Lab Music).

Strumentazione

Il workshop si svolgerà presso le strutture del Conservatorio e dell'Università di Padova - via Eremitani 18 (auditorium), via Bertacchi 15bis (aula multimediale), lungargine Piovego 1 (Centro di Sonologia Computazionale).

I candidati che intendono portare avanti progetti che coinvolgono esecutori strumentali devono segnalarlo al momento dell'inoltro della proposta, specificando se nella finalizzazione dei lavori per la manifestazione pubblica potranno mettere a disposizione propri collaboratori di fiducia o si dovranno affidare a esecutori interni al Conservatorio di Padova. Non è previsto un cachet per gli esecutori esterni, anche se è valutabile il rimborso delle spese; la sostenibilità economica è un fattore determinante per l'accoglimento del progetto.

L'auditorium "Pollini" dove si svolgerà la manifestazione conclusiva è una sala da 550 posti dotata di un impianto per la performance elettroacustica e mista composta da 16 altoparlanti d&b, oltre che da attrezzature di proiezione e illuminotecnica. Le produzioni vengono regolarmente registrate in audio multicanale e postprodotte.

Software.
Il software di riferimento per la SaMPL School è la libreria Essentia (http://essentia.upf.edu). La libreria verrà interfacciata con gli strumenti informatici di produzione normalmente utilizzati dai partecipanti al laboratorio.

Essentia is a C++ library for audio analysis and audio-based music information retrieval released under the Affero GPLv3 license. It contains an extensive collection of reusable algorithms which implement audio input/output functionality, standard digital signal processing blocks, statistical characterization of data, and a large set of spectral, temporal, tonal and high-level music descriptors. Essentia is behind a number of commercial applications and has been used in many academic research projects. It is responsible for the audio similarity search functionality of http://freesound.org

http://essentia.upf.edu - an audio analysis software library developed at the Music Technology Group of the Universitat Pompeu Fabra
https://github.com/MTG/essentia
http://essentia.upf.edu/documentation
http://essentia.upf.edu/documentation/installing.html

Bibliografia (progress).
http://mtg.upf.edu/node/2793

Date importanti

2 febbraio 2015, chiamata ai progetti
2 marzo 2015, submission deadline (nuova deadline)
8 marzo 2015, notifica accettazione candidature
23 marzo 2015, tutorial musicale + briefing sui progetti
24 marzo 2015, tutorial scientifico + briefing sui progetti
8-9-10 giugno 2015, workshop di messa a punto/sviluppo dei progetti + lectures
10 ottobre 2015, show-off artistico (Living Lab Music) - nuova data!

Personale

Carmine Emanuele Cella, IRCAM/Conservatorio di Pesaro http://www.carminecella.com [tutorial,lecture,workshop,review]
Antonio Rodà, Università di Padova, Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione/Centro di Sonologia Computazionale http://www.dei.unipd.it/~roda [tutorial,lecture,workshop,review]
Giorgio Klauer, Conservatorio di Padova, Sound and Music Processing Lab [coordinamento,review]
Andrea Vigani, Conservatorio di Padova, Sound and Music Processing Lab [coordinamento,review]

Patrocinio

AIMI
Associazione di Informatica Musicale Italiana
http://www.aimi-musica.org

English Version

Today, few would find themselves in the situation of the protagonists of 'Totò, Peppino, and the Hussy' on a mission to Milan: plenty of portable and wearable information systems pervade the existence, relieving humans from any accessibility and communication issue and allowing for instant and autonomous orientation systems. In fact, this 1956 movie - which masterfully popularizes the ancient topos of ignoring one's own destination, both in the sense of time and place - shows that nothing seems possible anymore. Is technology possibly simplifying the existence by "planing" away not only the setbacks but also many details which may be more or less worth to be experienced? Moreover, in addition to changing the habits in information retrieval, is it questionable whether technology fosters the exercise of preference too?

In the domain of music, similarity analysis and indexing techniques have become a pervasive phenomenon. Audio documents are becoming characterized by means of a finite set of descriptors and are placed in appropriate containers. Such cataloguing fury neither has much to do with the desire to make order in the universe of musical exemplars nor follows the needs of musicology and cultural programming: it primarily seeks to satisfy current needs, whether individual or collective, that are related to the "liquidity" that characterizes music today. As a demonstration, the main usage of audio analysis and indexing techniques covers commercial and industrial fields.

In contemporary music production, the above techniques are used in contexts related to research on music informatics and sound and music computing; a niche of authors of installations, electroacoustic, mixed and instrumental music ground their poetics on them for combining simultaneous or close sounds (such as in computer aided orchestration and concatenative sound synthesis).

Similarity analysis techniques, audio indexing from qualitative perceptual features, as well as production of maps by means of multivariate statistical procedures, do constitute - from the SaMPL School's point of view - a robust resource and opportunity of developing a proper formal thought, of recasting the aesthetic artifact's production strategy (and revising one's own attitudes), and of taking a stand in regard to the current situation.

SaMPL therefore announces an open call for participation in the workshop activities in sight of the realization of electroacoustic and mixed music compositions, sound design for video and visual artworks, and other artifacts. The accepted projects will be taken forward by adopting a research approach. The ultimate goal of the workshop is to create a final event for summarizing and presenting results, in order to submit them to a wider circuit of cultural promoters.

Objectives

SaMPL - Sound and Music Processing Lab offers an unusual combination of high-level tuition, research in Sound and Music Computing (SMC), and production of contemporary music with a Living Lab approach. Its charter allows to interface research, didactics and production initiatives, by creating events like SaMPL Schools and Living Lab Music which constitute their logical outcomes: manifestations that turn research content into creative practice, validating the former purposes within art and music academic institutions, i.e. the "music" in its broadest aesthetic and cultural sense. Since 2009, SaMPL Schools have been an opportunity of growth and impulse for personal and pioneering ventures.

The method that characterizes the SAMPL Schools includes an open call for projects, peer reviewing, collaborative work, strong interdisciplinary approach, and public presentation of the results. The ideal applicant is the curious and motivated artist, who owns the basic, even minimal skills in order to create a tangible product during the first days of the workshop

Program

SaMPL School is guided by two interdisciplinary experts in scientific and artistic fields: during the workshop they will held tutorials and lectures and will be entrusted with the supervision of the project together with the workshop coordinators.

A supporting team will be formed to make the event successful during its final steps. Workshop participants will therefore work both individually and as a team, in order to make the artistic results more robust through a methodology in which experience, sharing of expertise and ideas play a key role.

By applying to the SAMPL School, candidates should provide the project draft for a creative work. Following the project acceptance, the applicants will get in touch with the organizing/scientific/music staff. During the realization of the project, online communication tools may be used to share the progress of the work.

Two meetings are planned at the Conservatory "C. Pollini" in March and June. After the summer break, the results will be presented publicly in an art-oriented event.

There is no participation fee. No expense reimbursement is available (for travel and accommodation), but there is a budget for the realization of the final events, particularly to compensate the expenses of instrumental performers. The Conservatory of Padova can provide an invitation letter to support individual funding requests.

Applications

Participation is open to sound artists and music composers, sound engineers, researchers, academic staff and students of Italian Conservatories, Universities and corresponding foreign institutions. There is no age limit.

Applicants must submit their project, by subscribing as "authors" to the Open Conference System of the School of Electronic Music, Conservatory "C. Pollini" of Padova (http://ocs.sme-ccppd.info/index.php/SaMPL_Schools_2015/MAPS_2015/schedConf/cfp), providing their biography, a portoflio and a project draft to be developed during the workshop.

Proposals will be evaluated and reviewed by the organizing committee and invited professors/artists (see important dates below), which will select the projects to be developed and presented at Living Lab Music.

Venue and equipment

The SaMPL School will take place at the facilities of the Conservatory and the University of Padova - via Eremitani 18 (auditorium), via Bertacchi 15bis (multimedia room), lungargine Piovego 1 (Centro di Sonologia Computazionale).

Applicants wishing to submit projects that involve instrumentalists should specify in the submission if they will bring their own collaborators for the final event or rely upon performers enrolled/employed in the Conservatory. There is no remuneration for performers, although some reimbursement may be available; economic sustainability is a key factor in the acceptance of the project.

The auditorium "Pollini" which hosts the closing event is a 500-seat hall equipped with 16 d&b loudspeakers, projection and lighting. The stage is sufficiently large to host installations as well. Performances are regularly recorded in multi-channel audio and post-produced.

Software.
The reference software for the School is the Essentia library (http://essentia.upf.edu). The library will be interfaced with the production tools which are normally used by the workshop participants.

Essentia is a C++ library for audio analysis and audio-based music information retrieval released under the Affero GPLv3 license. It contains an extensive collection of reusable algorithms which implement audio input/output functionality, standard digital signal processing blocks, statistical characterization of data, and a large set of spectral, temporal, tonal and high-level music descriptors. Essentia is behind a number of commercial applications and has been used in many academic research projects. It is responsible for the audio similarity search functionality of http://freesound.org

http://essentia.upf.edu - an audio analysis software library developed at the Music Technology Group of the Universitat Pompeu Fabra
https://github.com/MTG/essentia
http://essentia.upf.edu/documentation
http://essentia.upf.edu/documentation/installing.html

References (progress).
http://mtg.upf.edu/node/2793

Important dates

2 February 2015, call for projects
2 March 2015, submission deadline (new deadline)
8 March 2015, submission acceptance notification
23 March 2015, music tutorial + brief
24 March 2015, scientific tutorial + brief
8-9-10 June 2015, setup/development workshop + lectures
10 October 2015, artistic show-off (Living Lab Music) - new date!

Staff

Carmine Emanuele Cella, IRCAM/Conservatory of Pesaro http://www.carminecella.com [tutorial,lecture,workshop,review]
Antonio Rodà, Padova University, Department of Information Engineering/Centro di Sonologia Computazionale http://www.dei.unipd.it/~roda [tutorial,lecture,workshop,review]
Giorgio Klauer, Conservatory "C. Pollini" of Padova, Sound and Music Processing Lab [coordination,review]
Andrea Vigani, Conservatory "C. Pollini" of Padova, Sound and Music Processing Lab [coordination,review]

Patronage

AIMI
Italian Association of Music Informatics
http://www.aimi-musica.org