SaMPL Schools 2015

Conference Archives

Data Sonification as Artistic Practice

Padova, Conservatorio "C. Pollini"
via Eremitani, 18
I-35121 Padova
Padova, IT

May 21, 2015 – November 13, 2015

La prassi e i concetti della sonificazione dei dati attraversano gli ambiti delle scienze, della musica e delle arti, del quotidiano e delle professioni.

La sonificazione è stata un precursore con certe pratiche basate sulla competenza auditiva, successivamente accantonate e meccanizzate in più sofisticate implementazioni. Nella contemporaneità, la sonificazione è molto viva all'interno di svariati campi in particolare per applicazioni nate dall'attuale design-thinking del prodotto e dei servizi.

Sul concetto di orecchio "istruibile" è stato innestato un discorso epistemico, finalizzato a capire se la sonificazione sia uno strumento di conoscenza razionale e goda di consistenza disciplinare. Tuttavia, posto che nel discorso scientifico né l'udito né la vista siano mai state considerate di per sé una garanzia di conoscenza, le pratiche della sonificazione non sono primariamente un oggetto di interesse della dimostrazione scientifica ed è per lo meno controverso se le pratiche della sonificazione siano l'esito dell'insoddisfazione rispetto a consuetudini in vigore piuttosto che un'opportunità come qualsiasi altra.

La sonificazione è stata strumentalizzata anche nel merito dell'estetica auditiva, ipostatizzando il contributo dei metodi e degli approcci scientifici quali fattore determinante per il rinnovamento delle arti. Invece, l'implicito valore estetico della sonificazione non dovrebbe essere confuso con la sua applicazione artistica, in quanto la issue della soggettività è affrontata già da una prospettiva scientifica.

Scopo della School è porre il discorso epistemico in secondo piano ma senza oscurarlo, per esaminare la sonificazione dei dati da un punto di vista artistico, dove il discorso estetico possa ricevere l'ampio rilievo metodologico che merita - fermo restando che l'avvicinamento di pratiche scientifiche e artistiche può produrre i risultati migliori nell'ambito di una ricerca artistica dove vi sia effettivamente il confronto tra visioni differenti.

A questo proposito è necessario sottolineare ancora una volta che le virtù della sonificazione sono legate precisamente alla sua temporaneità e all'intuizione, e indirettamente connesse alle criticità che continuamente emergono se si cerca di assimilarla a un contesto disciplinare ristretto (maggiori informazioni nella overview).

Di conseguenza, non interessa valutare l'efficacia estetica della sonificazione di per sé, quanto irrobustire l'approccio artistico per mezzo del contributo che possono dare, ad esempio, la teoria della comunicazione, la semiotica e il design.

Per raggiungere lo scopo, i partecipanti alla School potranno proporre i loro progetti di sonificazione nella forma di qualsiasi tipo di artefatto artistico, dalla composizione strumentale a quella mista, all'acusmatica, all'installazione sonora e alla sound art, tematizzando il lavoro nell'ottica di produrre un report da inserire in una pubblicazione successivamente all'evento di presentazione dei risultati artistici.

English version

Data sonification practice and concepts cross the fields of science, art and music, everyday life, and work.

Sonification has been a forerunner in certain practices based on auditory expertise, which have been then set aside and mechanized through more sophisticated implementations. Nowadays, sonification is rather alive in several fields, such as product and service design-related applications.

Furthermore, an epistemic discourse has been established onto the concept of the "trainable" ear, with the aim of understanding whether sonification could be an instrument of rational knowledge and benefit a disciplinary consistency. However, given that in the scientific discourse neither hearing nor sight in themselves have ever been a guarantee of knowledge, sonification practices are not primarily an object of interest as scientific demonstrations; furthermore, it is at least controversial whether the said practices may result from dissatisfaction for current habits rather than being an opportunity like any other.

Sonification has also been exploited in auditory aesthetics by hypostatizing the contribution of scientific methods or approaches as key renovation factor in the arts. Instead, the implicit aesthetic value of sonification should not be confused with its artistic usage, being the issue of subjectivity already addressed from a scientific perspective.

The purpose of the School is to move epistemics to the background, without eclipsing it, in order to examine data sonification from an artistic point of view, where the aesthetic discourse may receive an appropriate and broader methodological emphasis - it being agreed that the combination of scientific and artistic practices may yield best results within an artistic research which allows an actual debate between different views.

In view of the above, it must be stressed again that the virtue of sonification is linked precisely to its impermanence and to intuition, and indirectly related to the issues that continuously emerge when trying to assimilate sonification to a strict disciplinary context (more information in the overview).

Therefore, instead of evaluating sonification's aesthetic effectiveness in itself, the School focuses on the strengthening of the artistic approach of sonification by means of the contribution given by other aspects, such as communication, semiotics, and design.

To achieve that, the participants should submit their sonification projects in the form of any kind of artistic artifact, from instrumental composition to mixed and acousmatic music, installation, and sound art, thematizing their work in order to create a report to be published after the artistic presentation.

View Conference Details

Maps! Descriptors and maps in music composition, sound design and art

Padova, Conservatorio "C. Pollini"
via Eremitani, 18
I-35121 Padova
Padova, IT

March 23, 2015 – October 10, 2015

Nella sfera musicale le tecniche di analisi della similarità e di indicizzazione sono divenute un fenomeno pervasivo. Si caratterizzano per mezzo di un insieme finito di descrittori i documenti sonori e si collocano in appropriati contenitori. Questa furia catalogatrice non ha molto a che vedere con il desiderio di fare ordine nell'universo dei testimoni musicali né fa seguito alle esigenze della musicologia o della programmazione culturale: cerca principalmente di soddisfare bisogni correnti, siano essi individuali o collettivi, correlati alla "liquidità" che contraddistingue la musica oggi. Ne è dimostrazione l'ambito principale di applicazione delle tecniche di analisi e indicizzazione dell'audio, con poche significative eccezioni, commerciale e industriale.

Nella produzione contemporanea di musica d'arte le tecniche trovano utilizzo in contesti legati alla ricerca sull'informatica musicale e al sound and music computing, raggruppando una nicchia di autori di installazioni, musica elettroacustica, mista e strumentale che vi basano la propria poetica specie per la combinazione di elementi sonori ravvicinati o simultanei (il caso, ad esempio, dell'orchestrazione assistita all'elaboratore e dei procedimenti di sintesi sonora concatenativa).

Le tecniche di analisi della similarità, l'indicizzazione a partire dalle qualità psicopercettive dell'audio musicale e la realizzazione di mappe per mezzo di procedure di statistica multivariata, costituiscono nell'ottica della SaMPL School una risorsa robusta e un'opportunità, al fine di sviluppare un precipuo pensiero formale, di riformulare la strategia di produzione dell'artefatto artistico (e rivedere le proprie attitudini), di prendere posizione nei confronti della situazione attuale.

SaMPL bandisce quindi la partecipazione alle attività laboratoriali per la realizzazione di composizioni musicali elettroacustiche e miste, di progettazione sonora per il video e opere d'arte visiva, e altri artefatti. I progetti accettati saranno portati avanti adottando il più possibile un approccio di ricerca. Scopo finale del workshop è la creazione dell'evento dove riassumere e presentare i risultati, per sottoporli a un più ampio circuito di promotori culturali.

English version

In the domain of music, similarity analysis and indexing techniques have become a pervasive phenomenon. Audio documents are becoming characterized by means of a finite set of descriptors and are placed in appropriate containers. Such cataloguing fury neither has much to do with the desire to make order in the universe of musical exemplars nor follows the needs of musicology and cultural programming: it primarily seeks to satisfy current needs, whether individual or collective, that are related to the "liquidity" that characterizes music today. As a demonstration, the main usage of audio analysis and indexing techniques covers commercial and industrial fields.

In contemporary music production, the above techniques are used in contexts related to research on music informatics and sound and music computing; a niche of authors of installations, electroacoustic, mixed and instrumental music ground their poetics on them for combining simultaneous or close sounds (such as in computer aided orchestration and concatenative sound synthesis).

Similarity analysis techniques, audio indexing from qualitative perceptual features, as well as production of maps by means of multivariate statistical procedures, do constitute - from the SaMPL School's point of view - a robust resource and opportunity of developing a proper formal thought, of recasting the aesthetic artifact's production strategy (and revising one's own attitudes), and of taking a stand in regard to the current situation.

SaMPL therefore announces an open call for participation in the workshop activities in sight of the realization of electroacoustic and mixed music compositions, sound design for video and visual artworks, and other artifacts. The accepted projects will be taken forward by adopting a research approach. The ultimate goal of the workshop is to create a final event for summarizing and presenting results, in order to submit them to a wider circuit of cultural promoters.

View Conference Details